Regina dell'Adriatico

Venezia, opera d’arte senza eguali, soddisfa tutti i criteri per l’inclusione fra i siti UNESCO Patrimonio dell’Umanità, per la ricchezza e varietà dei capolavori racchiusi nella sua laguna, per l’influenza sulle arti e sull’architettura, per le preziose e incomparabili testimonianze di un passato glorioso.

Sorge su un arcipelago di 118 isolette, intersecate da una rete di 150 canali, o rii, collegate tra loro da oltre 400 ponti. Un intricato labirinto di vie pedonali chiamate con nomi diversi (calle, ruga, fondamenta, salizzada, rio terrà, sottoportico, ramo, ecc...) sul quale si aprono di tanto in tanto ampi slarghi detti campi o campitelli.

Famosissima è la splendida Piazza San Marco, un immenso salone di marmo cinto da palazzi e portici continui. La rendono unica al mondo la Basilica di San Marco, il campanile, la Torre dell’Orologio, le Procuratie Vecchie e le Procuratie Nuove. Poco distante, affacciato sul bacino di San Marco, si trova Palazzo Ducale, la dimora del Doge: è il simbolo della potenza e dello splendore dell’antica Repubblica. Anche la Libreria Marciana, capolavoro del rinascimento, si apre sul molo di San Marco. Presso la riva si alzano due colonne del XII secolo, con antiche statue del leone di San Marco e di San Teodoro. Nella laguna, di fronte a piazza San Marco, l’Isola di San Giorgio Maggiore.

Navigando sul Canal Grande, la maggiore via d’acqua interna della città, si ammirano numerosi edifici: palazzi, chiese e ponti, un tripudio di architetture che vanno dal XII al XVIII secolo: Palazzo Corner detto Ca’ Grande, il Ponte e le Gallerie dell’Accademia, la più grande raccolta di pittura veneta, Ca’ Rezzonico, possente costruzione barocca, la gotica Ca’ Foscari, con due splendide logge a otto arcate, Palazzo Corner-Spinelli, la splendida Ca’ d’Oro, con il suo magico merletto marmoreo, e ancora Ca’ Pesaro, Palazzo Vendramini Calergi, il Fondaco dei Turchi e il Fondaco dei Tedeschi. Famosissimo e maestoso è il Ponte di Rialto, costruito nel 1592 da Antonio da Ponte. Dalla Piazza San Marco a Rialto si allungano le Mercerie, le più tipiche e animate vie cittadine.

Ricchissimo e prezioso è il patrimonio custodito nelle tante chiese. La chiesa di San Salvatore conserva preziose opere d’arte, tra cui la Trasfigurazione di Tiziano e la Cena in Emmaus di Giovanni Bellini; Santa Maria Gloriosa dei Frari, Trittico con Madonna ed i Santi di Giovanni Bellini e la Pala dell’Assunta di Tiziano. Mirabili sono le architetture religiose: San Zanipolo (SS. Giovanni e Paolo), grandiosa chiesa gotica; Santa Maria della Salute, capolavoro barocco; San Sebastiano famosa per gli splendidi dipinti di Veronese; la rinascimentale Santa Maria dei Miracoli; il Redentore, il capolavoro di Palladio eretto sull’isola della Giudecca.

A poca distanza dalla città storica si apre la laguna di Venezia, un’ampia e silenziosa distesa d’acqua, dalla quale affiorano centinaia di isole, alcune grandi e altre piccole, alcune abitate e altre poco popolate o disabitate. È la parte di Venezia in cui domina la natura; ma è anche il luogo in cui i segni della storia mostrano quanto le origini della città siano lontane ed antiche. Si consiglia la visita al Lido di Venezia, stazione balneare fra le più famose ed eleganti in Italia; all’Isola di San Lazzaro degli Armeni e di San Michele; a Murano, l’isola del vetro, e a Burano, centro peschereccio noto per l’arte del merletto; all’antica Torcello.




Siti internet Ferrara